Back to the news

This content is not available in your language

Franco Vanni presenta il suo romanzo IL CLIMA IDEALE

 

Martedì 8 agosto alle 21,30 al baretto


Flashback: Bosnia, 1992. Dalila, ragazzina bosniaca, viene violentata da Dragan, capo di una formazione paramilitare serba.

Narrazione: Milano, 2012.  Lo psichiatra Folco chiede al nipote Michele di recarsi in Albania per raccogliere informazioni su Nina, cameriera ventenne serba che vive a Tirana. Michele non sa che il nonno progetta di uccidere il padre di Nina,  Per questo, ha chiesto al nipote di raccogliere informazioni su di lei per risarcirla.

Nina non sa che il mite professore universitario che l' ha cresciuta – ora candidato alle elezioni politiche in Serbia – negli anni 90 è stato il criminale di guerra noto come Dragan. Folco vuole ucciderlo per vendicare Dalila, la ragazza stuprata nel flash back iniziale, fuggita dalla Bosnia a Milano negli anni 90, è stato il suo psichiatra e ascoltando le sue sofferenze si è convinto che solo la vendetta può impedirle di soffrire ancora. Vuole quindi uccidere Dragan prima che sia eletto premier.

Michele, arriva gradualmente a comprendere le ragioni e le modalità del piano omicida del nonno, ma non riesce a impedirlo. Nella sparatoria Dragan resta solo ferito; a morire è Folco, che ha però inviato a Nina un dossier sul passato di criminale di guerra del padre. È Nina a decidere di rendere pubblica la storia; un giornale  pubblica il dossier una settimana prima delle elezioni che avrebbero eletto Dragan premier in Serbia.

Franco Vanni è cronista giudiziario del quotidiano «la Repubblica

Il clima ideale (Laurana, 2015), suo primo romanzo, è stato eletto migliore esordio in lingua italiana alla 30e èdition du Festival du Premier Roman de Chambéry. Con il collega Andrea Greco ha scritto il libro-inchiesta Banche Impopolari (Mondadori, 2017)

Back to the news