Back to the news

Dieser Inhalt ist nicht in Ihrer Sprache verfügbar

la Compagnia di Bonassolla

la Compagnia di Bonassolla

Il 13 marzo del 1569 - 450 anni fa - 70 “uomini di mare” di Bonassola si riunivano nella chiesa di Santa Caterina per firmare il regolamento di una società di mutuo soccorso chiamata "Compagnia di Bonassolla"

Probabilmente la prima del genere in Liguria, venne creata per riscattare le persone di Bonassola e della sua Valle "prese e fatte schiave dei Turchi et altri Corsali infedeli".

Il regolamento prevedeva che gli aderenti dovevano: alla prima notitia che haverano de detta captività senza citacione o altro ato giudicialle, immantinente sborsare quattro lire di bona moneta di Genoa per uno, in mano e apreso del priore della Confraternita de Sancto Theramo.

Se la cifra raccolta era insufficiente, il priore doveva preparare alla “presentia de un publico notario e testimonii” tanti biglietti coi nomi dei malcapitati catturati. Successivamente “un puto o altra persona che non habia o sappi lettera” estraeva a sorte i nomi di coloro che potevano essere liberati.

Il documento originale, appena restaurato è  conservato all’Archivio di Stato di Genova.

 

Back to the news